ORSI ITALIANI MAGAZINE



ATTENZIONE / NOTICE

Questa pagina contiene immagini di nudo maschile e testo a contenuto omoerotico: e' pertanto riservata a persone maggiorenni

This page contains pictures of male nudity and a text with homoerotic contents: it's intended for persons over 18


Il pretone

Racconto breve di Diego


Ho la settantina arrapata e potrei  raccontarvi di storie recentissime. 

Ma scelgo una storia di... 5 anni fa.   

Mi trovavo a Firenze, cittÓ che adoro tuttora e nella quale vivo  parecchi mesi ogni anno. 

Avevo deciso di  rifare l'esperienza del la  "scalata" del Campanile di Giotto e  prima dell'ora di apertura ero davanti all'entrata. 

Unica persona come me in attesa un prete sui quarant'anni,   atletico e sorridente,  che sapeva di lavanda. 

Scambiammo qualche banalitÓ; appreso ch'io ero straniero e studente e che parlavo francese  si mise a biascicare  qualche parola di francese. Lo pregai cordialmente di astenersi. 

Rise e mi disse:  io sono molto rapido, ci vediamo al sommo del campanile. 

Parlai  qualche minuto con il custode e   mi accinsi lentamente alla scalata; accompagnato dal profumo di lavanda del pretone.  

Arrivato al sommo  del campanile quale fu la mia sorpresa nell'essere accolto dal pretone, nudo come mamma l'aveva fatto.

Mi sorrise e voltandosi si appoggi˛ alla balaustra mostrandomi il il suo muscoloso sedere. 

Penso che  tu ti interessi alla mia "cappelletta privata" mi disse e  con le mani allarg˛ le natiche affinchÚ l'entrata della cappelletta fosse a mia disposizione.

Aveva un culo fiabesco; mi inginocchiai e gielo leccai a fondo.

Poi introdussi in quello sfintere caldo e palpitante  uno, due , tre dita.

Il pretone si mise a gemere:  chiavami ti prego, nel nome del Signore !

Mentre lo inculavo, lui si masturbava e arrivammo simultaneamente all'orgasmo  gridando entrambi.

Il pretone si volt˛, estrasse dalla sua borsa un bicchierino d'argento e  vers˛ nello stesso il mio sperma per poi berlo con  delizia. 

Mi domand˛ se accettavo di pisciargli nel culo. 

Non l'avevo mai fatto ma fu un'esperienza meravigliosa. 

Quando ebbi finito,  estrasse un altro biccheire, ma molto pi¨ grande, sempre d'argento e lo riempý con il mio piscio che si bevve gemendo di piacere.  

Udimmo lo scalpiccio dei prossimi visitatori che salivano.

Ci rivestimmo e scendemmo. 

Il mio pretone era segretario particolare di un cardinale che godeva come un pazzo nel vedere altre persone che lo inculavano.  

Ma lui, il pretone, godeva con me, di nascosto dal suo cardinale.  

Vent'anni dopo  lo incontrai in una cittÓ emiliana; era stato  nominato vescovo e la sua libertÓ  di molto ridotta. mi disse che il culo  lo dava raramente.

Non ci credetti.


ORSI ITALIANI